Una Giornata di Collegamento … alternativa

Nell’Equipe di collegamento da noi coordinato nell’anno 2019/2020, dopo ampio confronto si decise che la Giornata di Collegamento dovesse avere queste caratteristiche: occasione per conoscere le coppie che compongono il collegamento, momento di confronto sul metodo, occasione per trasmettere l’entusiasmo di appartenere al Movimento da parte delle coppie più anziane di Equipe.

Inoltre, si stabilì di sostituire la “giornata” organizzata in  “équipe miste di collegamento” (composte dalla presenza di una coppia di ciascuna delle équipe collegate), con un incontro che riproponesse i momenti della riunione di équipe. Con questa idea, si voleva sensibilizzare le coppie ad intensificare la conoscenza tra  gli équipiers appartenenti al proprio collegamento.

Il Covid ha impedito la sua realizzazione ma, nel febbraio 2020, decidemmo di riproporre la soluzione “équipe miste” on-line. Questa modalità, pur con tutti i suoi limiti, avrebbe avuto il pregio, stando a casa propria, di far “incontrare” e conoscere coppie di altre équipe del collegamento e di vivere un momento (seppur breve) di preghiera e confronto comunitario, specie in un momento di profondo isolamento come quello vissuto lo scorso anno.

Eravamo consapevoli che questa modalità avrebbe avuto le sue fatiche e non avrebbe potuto sostituirsi al calore di un incontro fatto anche di contatto, sguardi e di …fisicità. Però dovevamo fare i conti con la situazione pandemica e, quindi, abbiamo voluto provare a percorrere nuove strade, che consentissero di mantenerci “collegati”.

Abbiamo organizzato tre gruppi, composti da 4/5 coppie, che si sono trovati in giornate e orari diversi (una al sabato e due la domenica). Su quattro équipe collegate, tre hanno aderito quasi al completo; della quarta équipe – la più giovane sia anagraficamente che di appartenenza al Movimento – proprio a causa della overdose da contatti on-line lavorativi causati dal lockdown, ha partecipato solo la coppia responsabile.

Gli echi di questi incontri sono stati tutti molto positivi. Il numero limitato di coppie ha consentito una “intimità” e uno scambio molto profondo di preghiera, messa in comune e riflessione sull’argomento proposto. L’esperienza è stata così positiva che è stato deciso di ripetere la stessa proposta anche quest’anno, sempre on-line, quasi certi che la partecipazione non potrà che essere in crescita rispetto allo scorso anno.

Patrizia e Enzo Vivirito, Torino 40
Coppia di Collegamento del Settore Torino C